Tag: morte cardiaca improvvisa

image_pdfimage_print

Rischio Arresto Cardiaco e Defibrillatore

Ogni anno in Italia si stima che si verifichino circa 60.000 decessi dovuti a morte cardiaca improvvisa, 1 ogni 1000 abitanti, 1 ogni 8 minuti e 45 secondi.

Molte morti improvvise possono avvenire sul posto di lavoro. L’arresto cardiaco può verificarsi infatti in seguito ad asfissia, elettrocuzione, sforzo eccessivo, trauma toracico, tutti eventi che possono accadere in particolari ambienti di lavoro. In questi casi le vittime degli infortuni presentano anche traumi, ustioni, intossicazioni da gas o esalazioni tossiche che complicano le condizioni cliniche e richiedono capacità di risposta più elevate.

Le situazioni che possono mettere a repentaglio la vita sono quindi molteplici e originate da svariate cause. Qualunque sia la causa scatenante, il quadro clinico finale che si presenta al soccorritore è quello dell’arresto cardiocircolatorio che richiede poche, semplici e precise manovre da mettere in atto nel più breve tempo possibile.

La sequenza del basic life support (BLS), meglio ancora se con l’uso del defibrillatore semiautomatico esterno  ( DAE ) –  (BLSD – corso di sei ore – )  dovrebbe essere conosciuta e praticata correttamente da ogni addetto al primo soccorso ( personale non medico )  in quanto fornisce uno schema di comportamento facilmente applicabile in diverse situazioni di emergenza.

L’ importanza della sicurezza in azienda non è demandata solo ad obblighi di legge, ma anche ad atti volontari che le aziende possono compiere e che possono portare grandi benefici quando non addirittura arrivare a salvare la vita ai dipendenti.

La formazione salvavita e la prevenzione degli attacchi cardiaci sono due parametri che hanno fatto il loro ingresso nei modelli nazionali per ottenere gli sconti sul premio assicurativo. Un segnale straordinario per diffondere buone pratiche fra le aziende, infatti, la conoscenza delle manovre RCP e i defibrillatori possono salvare la vita a migliaia di persone ogni anno.

Forte di molti anni di esperienza all’estero in paesi considerati difficili offro adeguata consulenza e programmi formativi ad hoc alle aziende per prevenire e gestire al meglio i possibili rischi