1

Cose interessanti dal mondo | Grandi attori dell’ospitalità | The winner is

Presentiamo un articolo a cura di Emilio De Risi, redazione 21 Grammi di Turismo, su Disney World, sulla promozione turistica e sulle compagnie alberghiere.

Soggiorni di prova. Airbnb sta offrendo dei bonus casa in favore di programmi come Move to Michigan o Choose Topeka, che puntano a invogliare le persone a trasferirsi in città più piccole. Come riportato da Quartz, secondo Brian Chesky: «I viaggi si allungheranno e viaggiare e vivere si confonderanno gradualmente, perché in un mondo in cui molte persone possono lavorare da casa, possono lavorare da qualsiasi casa». 

Secondo una ricerca di Airbnb circa il 47% degli americani e il 44% degli intervistati in cinque paesi, vorrebbero vivere in un posto per un breve periodo prima di trasferirsi. 

…Intanto in Italia. Il Comune di Milano e Airbnb hanno siglato un accordo con il quale la piattaforma promuoverà gli affitti a canone concordato.

Six-feet distance. Disney World ha annunciato che ridurrà le misure di sicurezza introdotte per il covid19. Ecco, secondo travel pulse, alcuni punti: il distanziamento di sei piedi resterà nei negozi, nei ristoranti e nelle aree dove è possibile togliere la mascherina. Rimarranno alcune barriere fisiche e la suddivisione in gruppi di 10 per evitare assembramenti. Stop al controllo della temperatura all’ingresso del parco.

L’anno di Ryanair. L’esercizio chiuso al 31 marzo, come riporta Il Sole 24 Ore, è il peggiore di sempre. Perdita netta di un miliardo e 15mln di euro contro un utile netto di 649mln nell’esercizio precedente. Ricavi da 8,49mld a 1,64mld di euro. Passeggeri da 149 milioni a 27,5 milioni. Costi operativi ridotti del 66% e tagliati 3.000 posti di lavoro.

Contro gli aiuti di Stato. Ryanair afferma che la crisi: «ha dato il via a uno tsunami di aiuti da parte dei governi Ue alle loro compagnie di bandiera insolventi, incluse Alitalia, Air France-Klm, Lot, Lufthansa, Sas, Tap e altre, che creeranno distorsioni della concorrenza nella Ue».

Sciatteria. Riporto un interessante post di Paolo Iabichino «Questa è maleducazione. È un peccato sprecare denari per una pagina intera a quattro colori sui quotidiani nazionali e non metterci quel po’ di attenzione necessaria a muovere gli accenti correttamente. È un gesto incolto che conferma la sciatteria di chi continua a trattare il turismo come merce di serie B».

La parola a Best Western. La ripresa dell’industria dell’ospitalità statunitense sarà un processo pluriennale, anche se si vedono già dei segnali positivi. Questo, in sintesi, quanto affermato nel corso del Virtual Travel Summit di BWH Hotel Group 2021 dalla chief marketing officer Dorothy Dowling.

La parola a Hilton. L’executive vice president Simon Vincent, in un’intervista al Corriere della Sera, indica come trend che rimarrà anche dopo il covid19: «un bisogno sempre crescente di tecnologia per i clienti, che unisce l’esperienza fisica e quella digitale…».

La parola ad Accor. Il chief commercial officer Patrick Mendes, in un’intervista a CGTN Europe, ha dichiarato che il gruppo francese vuole investire molto sul mercato cinese e tra le azioni in corso c’è lo sviluppo di una mini-app per WeChat dedicata agli hotel Accor.

La casa di Dracula diventa un centro vaccinale. Il castello di Bran in Transilvania, è considerato il posto che ha ispirato l’autore di Dracula, Bram Stokernel descrivere la casa del conte. In tempi di covid19 tutto cambia: la residenza del caro vecchio Vlad è diventata un centro vaccinale che offre ai neo-inoculati un ingresso alla mostra sugli strumenti di tortura medievali.




Mondo | Italia | Ispirazione

Presentiamo un articolo a cura di Emilio De Risi, redazione 21 Grammi di Turismo, su Mandarin Oriental, cannabis e turismo, Rome Cavalieri e competitività italiana.

Mandarin Oriental vuole continuare a espandersi. I mercati principali saranno paesi come Vietnam e Israele. Adelina Wong, head of residences marketing, dichiara su Mansion Global che ci sono molte persone dall’elevato patrimonio personale in cerca di una seconda proprietà con servizi di lusso.  Privilegiare gli spazi aperti. Il nuovo progetto Mandarin di Barcellona prevede un intero piano con giardino interno e spazi benessere. A Tel Aviv, invece, un sofisticato sistema di filtrazione dell’aria garantirà una bolla con un’atmosfera ottimale per allenarsi.

Messico: cannabis e turismo. L’appena approvata regolamentazione della marijuana potrebbe avere un impatto sull’economia turistica messicana. Come evidenziato su Travelpulse la scena si divide tra chi pensa che la marijuana sia una leva importante, anche se mai pubblicizzata, e chi ritiene ridurrà il turismo, specie quello di lusso.

Waldorf Astoria.  Ecco il soprannome che un residente di Dallas ha dato all’albergo dov’è stato costretto a vivere per via dei blackout di febbraio in Texas. L’hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria ha notato la storia sui social e gli ha offerto un soggiorno di tre notti non appena sarà possibile viaggiare. Dato che non potrà essere a breve, ha inviato anche un cadeau con accappatoio, pantofole ed etichetta per il bagaglio.

Non solo balletti su TikTok… infatti secondo dichiarazioni della piattaforma, il turismo ha ormai molta rilevanza. Hashtag come #hotel e #travel sono arrivati a totalizzare 2,7mld e 32,6mld di visualizzazioni.

ITALIA

8° posto nel 2019. Era il posizionamento italiano nell’indicatore mondiale di competitività turistica¹. In classifica eravamo dopo Spagna, Francia, Germania, Giappone, Stati Uniti, Regno Unito e Australia. Quindi, a dirla tutta, già prima della pandemia c’era molto da fare. Secondo il rapporto Censis gli obiettivi verso cui deve tendere il nostro sistema turistico sono:

A) Riequilibrio dell’offerta (i flussi sono verso poche città e in pochi mesi dell’anno);

B) Rendere più accessibili i luoghi di pregio ancora poco conosciuti;

C) Ripensare le strutture alberghiere (responsabilità ecologica, efficientamento energetico, servizi innovativi, sicurezza sanitaria);

D) Avviare un rapporto maturo con le tecnologie digitali.

Che dire, il rapporto del Censis ribadisce con autorevolezza quello che in modo informale raccontavamo da tempo. Quindi va bene così!

Nuovo protocollo Costa Crociere. Tra le misure: riduzione passeggeri, tampone per ospiti ed equipaggio, controllo temperatura quando si scende e rientra in nave, escursioni protette, distanziamento fisico a bordo e nei terminal, potenziamento sanificazione, utilizzo della mascherina quando necessario.

Uffizi Diffusi, portando in Toscana le opere riposte nei depositi del museo. Secondo il direttore Eke Schmidt: «L’arte non può vivere solo di grandi centri espositivi. Serve anche quello, ma occorre dotarsi di una prospettiva policentrica di arte distribuita sul territorio… agli Uffizi abbiamo già oltre 3000 opere esposte… Gli Uffizi diffusi servono per portare quasi a casa delle persone opere d’arte che attualmente non può vedere nessuno».

Eke Schmidt dimostra che un tempo sospeso come quello che stiamo vivendo serve a innovare, ma anche a guardare temi mai affrontati come quello delle migliaia di opere stivate nei depositi dei musei italiani.

Guardare avanti. Ikea ha dedicato una linea di mobili ai gamers. La società svedese ha sempre avuto lungimiranza nell’individuare le evoluzioni sociali, uno stimolo per l’industria dell’accoglienza a guardare avanti e a farlo con lo sguardo degli ospiti. 

Adattarsi. I pasti venduti dalla Nagoya Air Catering Co, società di ristorazione per aerei, sono passati da 6.000 al giorno a 100. La decisione? Vendere nei supermercati. Sono disponibili tre tipi di bentō²: cucina giapponese, europea e asiatica. Per i più esigenti una bentō di manzo di Kobe. Secondo il Japan Times da inizio anno le vendite hanno superato i 100mln di yen (più di 700.000 euro).